Caso del piccolo Alfie Evans: le istituzioni non siano indifferenti.

Dopo la tristissima vicenda di Charlie Gard, in merito al quale avevo chiesto alla Presidenza del Consiglio Provinciale di Trento di assumere una posizione (che non è mai stata presa), questa volta chiedo alle istituzioni trentine di seguire l’esempio della Regione Liguria e di dare appoggio e sostegno alla famiglia del piccolo Alfie Evans, il bambino di 23 mesi affetto da una grave patologia neurologica e che i giudici inglesi ritengono inumano mantene in vita: è recentissima infatti la decisone della Corte Suprema del Regno Unito che ha respinto il ricorso per il piccolo Alfie, dove si chiedeva di non staccare la ventilazione al bambino e di trasferirlo in un altro ospedale.

Nel Regno Unito c’è evidentemente un problema, perché non è possibile che ci possa essere una tale chiusura verso una possibile speranza per un bambino malato e la sua giovanissim famiglia. Se lo Stato invade l’autodeterminazione delle famiglie rischiamo di fare un passo indietro e di tornare ai tempi bui del passato. Per fortuna ai genitori di Alfie non manca coraggio e determinazione e di recente sono riusciti ad avere un’udienza anche con Papa Francesco, il quale ha dato pieno sostegno alla famiglia Evans.

AGIRE per il Trentino si ispira da proprio Statuto ai valori del cristianesimo, e riteniamo che non si possa restare in silenzio di fronte a questo ennesimo caso di mancanza di rispetto verso il malato: nessuno ha mai invocato l’accanimento terapeutico, ma la medicina è nata prima di tutto per combattere le malattie ed aiutare il malato, e non per buttarlo nella spazzatura “perché è un peso”; se l’Ospedale Bambin Gesù ha la possibilità di aiutare il piccolo Alfie non vedo per qual motivo non si possa tentare. E’ spaventoso solo affermarlo, ma “lasciamo” che i genitori di Alfie possano lottare per il loro bambino.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Lettera inviata ai media locali il 20 aprile 2018.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi