Centrale unica 112: lo studio per dimostrarne il funzionamento ha avuto dei costi?

E’ stato dato ampio risalto in questi giorni al primo bilancio dell’attività della Centrale unica di Emergenza riferita ai primi quattro mesi di attività.

Lo studio realizzato ci informa che nei suoi primi mesi di funzionamento, gli operatori del 112 hanno risposto ad un totale di 58.960 chiamate, e che dall’avvio del servizio i tempi di risposta sono stati ridotti del 13%; tutte informazioni sicuramente interessanti e che tendono a mettere in secondo piano i disservizi dovuti ad ogni evento calamitoso (grandinate, incendi, precipitazioni straordinarie…) che ha messo sotto forte stress il servizio, la cui finalità dovrebbe essere soprattutto quella di dare risposte nelle situazioni di emergenza, o il disagio degli abitanti del Primiero che chiamando il numero unico da cellulare si sentono ancora rispondere dai Carabinieri di Feltre, o il nervosismo che suscita in situazioni di emergenza il “doppio passaggio” da Centrale Unica al servizio finale al quale bisogna ripetere il proprio problema. Tutto si potrà sicuramente migliorare.

La perplessità del sottoscritto, al momento, si sofferma però sullo studio in sé, ovvero il documento presentato dalla Dirigente del Servizio centrale unica di emergenza (nel documento chiamato indifferentemente CUE, CUR…).

Lo studio che vuole supportare i “molti i benefici già evidenti per i cittadini”, come decantato nella relazione, è pubblicato su carta intestata della società IBT Europe GmbH, con sede principale in Austria, insieme allo stemma della Provincia Autonoma di Trento e il marchio territoriale “Trentino”.

Premesso quanto sopra, si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

  1. se lo studio sulle prestazioni dell’attività dei primi mesi di funzionamento della Centrale unica di risposta ha avuto dei costi specifici per l’attività di analisi;

  2. in caso di risposta affermativa si chiede di quantificarli e se lo stesso studio sia stato affidato in via diretta o tramite bando, ed eventualmente chi ha curato il procedimento di affidamento.

  3. Considerati gli imponenti investimenti della Provincia nella Centrale unica, vicini ai 4 milioni di euro solo per la sua attivazione, si chiede se all’interno del Servizio centrale unica di emergenza non vi fossero competenze sufficienti a rilevare i numero di chiamate ricevute e i tempi medi di risposta.

  4. Se si conferma che lo studio sulle prestazioni della Centrale unica è stato curato da società con sede legale estera, e se non vi fossero all’interno delle varie articolazioni della Provincia competenze in grado di svolgere tali rilevazioni.

  5. se oltre allo studio con l’analisi dei dati vera e propria, ci si è avvalsi della società esterna anche per la redazione della relazione di presentazione, e in caso di risposta positiva si chiede se vi siano stati costi specifici anche per tale comunicato ed eventualmente per quale motivo lo stesso non sia stato predisposto dal servizio CUE.

  6. Si chiede quali siano le spese finora destinate dal servizio CUE a Telecom e IBT Europe, citati nella relazione in oggetto, e quale sia il dettaglio delle spese per i servizi specifici connessi alle funzioni della Centrale.

  7. Quale sia il significato del marchio del marketing territoriale “Trentino” sullo studio delle prestazioni della Centrale unica, e se vi siano eventuali partecipazioni in termini economici da parte di Trentino Marketing nello studio in oggetto, o nel Servizio centrale unica.

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

 

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a rispsota scritta presentata in data 6 ottobre 2017, in attesa di risposta. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 5153/XV

 

 

 

 

Lo studio presentato:

 

Studio Centrale Unica, IBT Group

 

 

 

 

L’articolo su “Agenzia giornalistica Opinione”: Cue 112, Cia: quali costi studio per dimostrarne funzionamento?

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*