Concorso per forestali: perché il limite di età a 30anni, escludendo fasce di diplomati?

Con la delibera n. 401 del 16/03/2018 la Giunta provinciale ha indetto un concorso per l’assunzione di 30 Agenti Forestali, di cui 6 riservati al personale del Corpo Forestale dello Stato.

L’ultimo concorso per Agenti Forestali bandito dalla Provincia Autonoma di Trento risale al 2008. Chi nel 2008 non era ancora laureato nelle Facoltà richieste dal bando di concorso (ambito forestale, agrario o ambientale) non ha potuto partecipare per mancanza di requisiti, non avendo ancora conferito il diploma di laurea. Nell’anno 2018, data del nuovo concorso, chi si è laureato successivamente al concorso del 2008 nelle Facoltà richieste dal bando (ad esempio nel 2008-2009-2010-2011) risulta ora escluso avendo compiuto ad oggi i 30 anni. Questo comporta l’esclusione di una certa fascia di diplomati dalla possibilità di confrontarsi in un concorso pubblico, relativo al proprio corso di studi.

Al riguardo, la normativa Italiana ed Europea, indica sì la possibilità di fissare un limite massimo di età per l’accesso ai concorsi pubblici, a patto però che le stesse siano giustificate e proporzionate al tipo di lavoro per cui si concorre. Per quanto riguarda i posti assegnati al personale del Corpo Forestale dello Stato, non è previsto un limite di età per l’accesso al concorso.

Visto quanto sopra esposto, si interroga la Giunta provinciale per sapere se non ritenga doveroso e urgente rivedere i requisiti di accesso, dando la possibilità a chi si è laureato nelle Facoltà richieste dal bando di poter partecipare ad un concorso inerente al proprio percorso di studi.

Cons. Claudio Cia

 

Risposta ricevuta nel corso della seduta odierna del Consiglio provinciale:

A rispondere al consigliere Claudio Cia è l’Assessore Mauro Gilmozzi, che interviene al posto del presidente Rossi competente in materia di personale. Rispetto all’interrogazione riferisce che:

Le fattispecie contemplate nel bando di concorso sono di due tipi. Per la prima sono previsti 24 posti e la previsione del limite di età di 30anni è conseguenza di quanto espressamente previsto di art. 6 comma 2 lettera A del nuovo Regolamento del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento (art. 67 della legge provinciale 3 aplie 1997 numero 7 approvato con D.P.P. 21 luglio 2008) che prevede requisiti particolari per l’accesso alle qualifiche forestali.

Per la seconda fattispecie, riservata invece ai 6 posti per il personale proveniente dal Corpo forestale dello Stato, la mancata previsione del limite di età deriva dall’art. 7 della legge provinciale 20 del 2016 che preve al comma 2 che l’assunzione nelle qualifiche forestali del personale in questione avviene anche in deroga agli specifici requisiti di accesso e formazione. Conseguentemente il bando di concorso si è adeguato a quanto sopra e in relazione a ciascuna fattispecie; non era cioè possibile fare un bando diverso, se non cambiando le regole e regolamenti.

 

Replica del consigliere Claudio Cia:

In replica il consigliere Claudio Cia ha ricordato come in passato avesse già presentato un’analoga interrogazione riguardante un bando di assunzione per la Polizia locale. Anche in quel caso era stato posto un limite di età a 35 anni, ma in quell’occasione il bando fu modificato.

Cia si dichiara perplesso, citando anche una sentenza della Corte di Giustizia UE (sentenza n° C-416/13 13.11.2014), che nel caso di un concorso pubblico per la Polizia locale ha rilevato una disparità di trattamento basata sull’età, comportando che, a parità di situazioni, alcune persone solo per il semplice fatto di aver compiuto e superato i 30 anni, siano trattate meno favorevolmente rispetto ad altre. In quel caso la Corte di Giustizia Europea, pur riconoscendo che la natura di alcune funzioni possano richiedere una idoneità fisica particolare, considera, comunque, che nulla dimostra che le capacità fisiche particolari richieste per l’esercizio di tale attività lavorativa siano necessariamente collegate ad una determinata fascia di età e non sussistano, invece, nelle persone che abbiano superato una certa età (30 anni).

Peraltro il concorso per forestali indetto dalla Provincia di Trento, prevede espressamente nel bando l’accertamento dell’idoneità fisica, sia prima dell’assunzione in prova, sia come requisito stesso di ammissione al bando. Quindi è già prevista una naturale selezione delle persone più idonee, senza dover ricorrere al limite di età per l’assunzione nel bando di concorso.

Cia ha concluso ricordando che “purtroppo qui in Trentino tra concorsi ad personam, tra bandi taroccati e assunzioni discutibili, non meravigliamoci se poi i giovani vanno all’estero a cercare lavoro, vorrei ricordare che nel solo 2017 sono state 1600 le persone che hanno abbandonato il Trenino per cercare lavoro” e ha concluso con un ironico Viva l’Autonomia!”.

 

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” dell’11 aprile 2018:

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta immediata in aula, depositata il 5 aprile 2018.

 

Risposta ricevuta nella seduta del 10 aprile 2018: risposta interrogazione 5818 – limite età concorso forestali

 

 

 

Il video della discussione in aula:

 

 

 

 

ALLEGATI:

 

 

Delibera n° 401 del 16-3-2018 proposta da ROSSI UGO

 

direttiva 2000-78-CE Parità trattamento in materia occupazione

 

 

 

PER APPROFONDIRE:

Concorsi pubblici, Corte Ue: nessun limite di età per l’accesso

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*