Perdite idriche: quale la situazione dettagliata in Provincia di Trento?

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua, istituita dall’ONU e celebrata ogni anno il 22 marzo, l’Istat ha fornito un quadro di sintesi delle principali statistiche sulle risorse idriche.

Tra i 28 Paesi dell’Unione europea l’Italia ha il maggiore prelievo annuo di acqua per uso potabile pro capite: 156 metri cubi per abitante. Nel 2015, il volume di acqua complessivamente prelevato per uso potabile sul territorio italiano ammonta a 9,49 miliardi di metri cubi. Il 76,3% di questo volume, pari a poco più di sette miliardi di metri cubi, è stato misurato attraverso idonei strumenti, mentre il restante 23,7% è stato stimato dai gestori delle fonti.

Il confronto tra i volumi di acqua immessa ed erogata consente di valutare le perdite idriche di rete che rappresentano un’importante criticità da affrontare per gli enti gestori del servizio idrico. Le perdite idriche totali percentuali, aliquota dell’acqua immessa che non arriva agli utenti finali, si attestano al 41,4% a livello nazionale, pari a 3,45 miliardi di metri cubi nel 2015.

Nel dettaglio le perdite idriche reali, dovute a corrosione o deterioramento delle tubazioni, rotture nelle tubazioni o giunzioni difettose e inefficienze, risultano pari al 38,3%; mentre le perdite idriche apparenti, riconducibili a consumi non autorizzati ed errori di misura, sono il 3,1% dell’acqua immessa in rete. L’analisi delle perdite idriche totali di rete per comune evidenzia le aree del territorio in cui la performance del servizio è meno efficiente. Il 7,5% dei comuni in cui è presente il servizio di distribuzione ha perdite idriche totali molto alte, maggiori del 70%. Nel 28% dei comuni si perde più della metà dell’acqua immessa in rete. Di contro, appena il 6,5% dei comuni italiani dotati di servizio di distribuzione dell’acqua potabile presenta perdite idriche totali uguali o inferiori al 10%.

La Provincia autonoma di Trento, rientra tra le regioni più virtuose per quanto riguarda i comuni interessati da perdite basse, collocandosi al settimo posto per le perdite idriche complessive.

Dalla tabella Istat che evidenzia nel dettaglio la quota di comuni per classe di perdita idrica totale, emerge una situazione dei comuni della Provincia autonoma di Trento come segue:

~ 24% dei comuni con perdite inferiori al 10%

~ 47% dei comuni con perdite tra il 10 e 30%

~ 18% dei comuni con perdite tra il 30 e 50%

~ 8% dei comuni con perdite tre il 50 e 70%

~ 3% dei comuni con perdite superiori al 70%

Premesso quanto sopra, si interroga l’Assessore competente per sapere:

  1. quali sono i dati a disposizione della Provincia autonoma di Trento in merito alle perdite della rete idrica?
  2. Quali sono nel dettaglio i Comuni della Provincia autonoma di Trento suddivisi per classe di perdita idrica totale?
  3. A quanto ammontano le vere e proprie dispersioni di rete (perdite reali) al netto di eventuali volumi non fatturati?
  4. Se è stata completata l’elaborazione, tramite il Fascicolo Integrato di Acquedotto, dei dati che compongono il “Bilancio idrico di acquedotto”.
  5. Se è previsto un piano per l’efficientamento della rete idrica in territorio trentino, considerato il progressivo deteriorarsi degli equilibri climatici che in futuro renderanno sempre più importante ogni iniziativa volta al risparmio idrico.
  6. Se sono in previsione iniziative che vadano a rivedere il modello tariffario relativo alla somministrazione di acqua potabile, incentivando il principio europeo del disincentivo all’uso dell’acqua, sia per utenti di tipo domestico che non domestico (ad esempio: aumento degli scaglioni di consumo e revisione dei limiti degli stessi, tariffe agevolate per le fasce di minor consumo, ampliamento della componente variabile della tariffa…).

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta presentata il 22 marzo 2018, in attesa di risposta. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 5789/XV

 

 

 

ALLEGATI:

 

Statistiche Istat su acque – 2018

 

 

 

 

L’articolo su “Agenzia giornalistica Opinione”: Perdite idriche: quale la situazione dettagliata in Provincia di Trento?

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*