Enti locali: approvata oggi la norma per ottimizzare l’utilizzo delle graduatorie ​per le assunzioni a tempo indeterminato ​da parte dei Comuni​​

E’ stata approvata la proposta dell’Assessorato regionale agli Enti locali, guidato dall’Assessore Claudio Cia che introduce, con il disegno di legge di assestamento del bilancio di previsione della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol approvato oggi, modifiche normative in grado di agevolare l’utilizzo, in tutto il territorio regionale, delle graduatorie per le assunzioni a tempo indeterminato nei Comuni.

In particolare la modifica integra la normativa sull’accesso all’impiego prevista dal Codice degli Enti locali, prevedendo che possa avvenire anche mediante utilizzo delle graduatorie di concorso pubblico approvate dalla provincia territorialmente competente e dagli Enti locali della stessa provincia, previo accordo tra le amministrazioni interessate e secondo criteri prestabiliti dall’amministrazione con deliberazione dell’organo esecutivo. In sintesi, se un Comune lo vorrà, potrà attingere dalle graduatorie di altri comuni nella ricerca del personale, evitando quindi di dover organizzare autonomamente delle procedure di concorso. Inoltre la proposta approvata oggi consentirà l’utilizzo delle graduatorie di concorso formate a conclusione anche dei corsi-concorsi effettuati dal Consorzio dei Comuni trentini, proprio come quello annunciato nelle scorse settimane per il reclutamento di 43 persone da inserire nell’ambito degli enti locali del Trentino, e dal Consorzio dei Comuni della Provincia di Bolzano.

Un’opportunità in più voluta dall’Assessorato regionale guidato da Claudio Cia, che consentirà agli enti locali un possibile risparmio in termini di tempi e risorse organizzative, a garanzia di una maggior efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa, ottimizzando l’utilizzo delle graduatorie formate in esito a procedimenti di concorso pubblico espletati da altri Comuni e dagli enti intermedi della medesima provincia, nonché dalla stessa Provincia autonoma. Approvato con la proposta della Giunta anche un emendamento che integra la possibilità di attingere dalle graduatorie delle Comunità di Valle e delle Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona, essendo applicato al personale amministrativo delle APSP e delle Comunità di Valle lo stesso contratto collettivo provinciale di lavoro dei Comuni.

Assessore regionale Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 31 luglio 2019.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.