Caso ITAS: c’è da aspettarsi una “buonuscita” per l’ex Direttore Grassi?

La vicenda giudiziaria riguardante il caso Itas sta avendo i suoi prevedibili strascichi all’interno della società stessa. L’assemblea di Itas Mutua, che ha visto momenti di forte polemica verso il presidente Di Benedetto, ha evidenziato un grave deficit di fiducia verso l’attuale governance. Pesano troppo i dubbi sul funzionamento del sistema di vigilanza interno della compagnia e sulla trasparenza verso i soci.

Il presidente voleva di fatto ancorare il voto del rinvio delle modifiche statutarie –  quelle che gli avrebbero consentito di ricandidarsi nel 2018 -, al voto sulla “fiducia” verso il suo operato. Il voto unico non è stato però possibile, così l’assemblea ha votato quasi all’unanimità per la riconvocazione dell’assemblea straordinaria, mentre la deliberazione sulla fiducia è stata rivisitata al ribasso con modifiche nella sua impostazione.

Il presidente Di Benedetto, sullo scandalo riguardante l’ex direttore generale Grassi, ha ribadito la posizione di parte lesa nell’indagine, insieme alla società stessa, ricordando come il cda abbia adottato provvedimenti di «sospensione dalle funzioni fino a disporre del licenziamento del direttore generale». Dallo scorso 12 aprile la posizione del top manager è proprio per questo ricoperta ad interim dal vicepresidente della compagnia.

E’ normale chiedersi a questo punto, visto che al peggio non c’è mai fine, se in seguito al licenziamento del direttore generale a questo spetti un qualche tipo di liquidazione o “buonuscita”. Non ci sarebbe da stupirsi, vista la spregiudicatezza degli episodi dei quali siamo venuti a conoscenza nelle ultime settimane, che questo possa appellarsi anche a qualche tipo di indennità a causa del mancato preavviso nella risoluzione del rapporto di lavoro!

In questo frangente ci si augura che prevalga la responsabilità dei vertici di non umiliare ulteriormente la pazienza dei Trentini.

Cons. Claudio Cia

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 29 aprile 2017:

L’articolo sul quotidiano “Trentino” del 29 aprile 2017:

Esito dell'iniziativa

 

Nota inviata ai media locali il 28 aprile 2017.

 

 

 

L’articolo su “La Voce del Trentino”: Scandalo Itas, c’è da aspettarsi una buonuscita per l’ex direttore Grassi?

 

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.