Interrogazioni/Denunce

Addetti delle aree sosta lungo l’A22: quando i lavoratori sono sempre la parte debole

Sono 116 gli addetti alle pulizie dei bagni delle 22 aree di servizio lungo l’Autostrada del Brennero che rischiano da fine anno di rimanere senza lavoro e senza stipendio, perché la nuova ditta che ha vinto l’appalto non è obbligata e non pare intenzionata a riassumere i dipendenti dell’azienda uscente. Nonostante le giornate di sciopero e i presìdi in alcune ...

Leggi Articolo »

Perchè non si sono accorpate le votazioni per le fusioni, al referendum nazionale del 4 dicembre?

La Giunta regionale, con deliberazione 185 del 10 ottobre 2016 ha fissato la data di domenica 20 novembre 2016 per il referendum di fusione tra i Comuni di Mazzin, Pozza di Fassa, Soraga e Vigo di Fassa, nel nuovo municipio di “Sèn Jan di Fassa”, con capoluogo a Pozza di Fassa. Circa 3.500 gli elettori chiamati alle urne, che hanno già ...

Leggi Articolo »

Trentino: la Svizzera del giornalismo?

Recentemente la stampa ha divulgato alcune cifre riguardanti l’Ufficio Stampa della Provincia, leggendo le quali viene spontaneo porsi alcune domande. Senza contare la Segreteria, l’Ufficio Stampa ha in carico 9 giornalisti (almeno gli ultimi due, assunti in deroga al blocco del turn over e senza concorso). Senza voler fare i conti in tasca ad alcuno, leggo sulla stampa che il ...

Leggi Articolo »

Bassa Valsugana e Tesino: altri servizi sanitari sacrificati sull’altare della “riorganizzazione”?

La bassa Valsugana e Tesino dai primi giorni di novembre si sono viste togliere la Guardia medica e ora gli abitanti di questo territorio per le loro necessità sono costretti a rivolgersi all’Ospedale S. Lorenzo di Borgo Valsugana. Come ben noto tale decisione è in subordine al piano di “riorganizzazione” della sanità trentina.  Una riorganizzazione che oltre a tagliare e ...

Leggi Articolo »

Campagna elettorale dell’Assessore tecnico a suon di “World Cafè”?

Accanto ai fondi comunitari, lo Stato dispone per la politica di coesione di un Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) ex Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS), che attua l’obiettivo costituzionale di “rimuovere gli squilibri economici e sociali, per favorire l’effettivo esercizio dei diritti della persona” (art.119). Tre milioni di Euro che l’Assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti ...

Leggi Articolo »

130 esuberi tra i dipendenti Sait: ma nel mondo della cooperazione non c’è mai un responsabile.

130 è il numero degli esuberi annunciati dal presidente del Sait Renato Dalpalù e dal direttore Luca Picciarelli, in seguito all’approvazione del piano di “ristrutturazione aziendale” da parte del CdA. 130 dipendenti sui 400 che lavorano nella sede centrale, un taglio quindi superiore al 30%, tutti impiegati e magazzinieri. Un vero e proprio “tributo in esseri umani” che la presidenza ...

Leggi Articolo »

Alta Valsugana: tariffa anche per chi differenzia correttamente?

Fa discutere la decisione di Amnu, prima in Trentino, di far pagare una tariffa anche per chi differenzia correttamente gli imballaggi in plastica, con l’introduzione di una chiavetta elettronica che registrerà i conferimenti. Presso Amnu, Azienda Municipalizzata dal 1968, nel 2015 sono stati trattati 22000 tonnellate di rifiuti, con 7 Centri di Raccolta Differenziata. Capitale sociale di € 1.128.387,00 interamente versato, € 8,5 milioni di ...

Leggi Articolo »

Sanifonds Trentino e l’inversione ad U di De Laurentis: prima tutti gli altri, poi forse gli artigiani…

Nel sollecitare una risposta all’interrogazione 3044/XV presentata il 30 aprile 2016 (scadenza prevista per la risposta 17 giugno 2016) e già sollecitata nel luglio 2016, si illustra qui una nuova puntata della saga del fondo sanitario integrativo “Sanifonds Trentino”, a presidenza Roberto De Laurentis e vice presidenza Walter Largher. Associazione privata non riconosciuta, alla quale col sistema borderline del silenzio-assenso ...

Leggi Articolo »

La storia di Tania: famiglia trentina paga i disagi per la disonestà di altri. La Provincia tuteli gli onesti.

Numerose sono state le persone coinvolte nella truffa che ha portato alla condanna un dipendente della Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol per aver disposto la liquidazione di contributi pubblici non dovuti riuscendo, con un articolato meccanismo, ad intascarsi delle somme di denaro pubblico. La truffa scoperta nel 2012 ha portato poi alla condanna dell’ex funzionario della Comunità a ...

Leggi Articolo »