Proposte

Eliminare dai capitoli di spesa la voce “solidarietà internazionale”

La P.A.T. nel suo bilancio preventivo per l’anno 2012 ha stanziato la bellezza di oltre 11 milioni di euro per la “solidarietà internazionale”; per non essere da meno, alla stessa voce, anche il Comune di Trento nel proprio bilancio ne ha stanziati 150 mila. Negli ultimi 3 anni, lo stesso Comune e sempre alla stessa voce, ha impiegato in totale ...

Leggi Articolo »

Orari del bus navetta mirati e pensilina per la fermata

Da settembre, volontari, familiari, amici, conoscenti e visitatori degli ospiti della Rsa San Bartolomeo, sono stati messi in condizione di poter muoversi per e dalla Rsa con un bus navetta. In questo lasso di tempo si sono evidenziate alcune criticità: orari non concilianti con le esigenze di aiuto assistenziale, rivolte agli ospiti, da parte di familiari e volontari; assenza di ...

Leggi Articolo »

Il Bondone diventi la montagna delle famiglie

“Il Bondone diventi la montagna delle famiglie”, questo è quanto vanno chiedendo i cittadini di Trento, gli operatori turistici e gli esercenti delle attività commerciali del posto. Recentemente, all’inizio della stagione invernale, nella piana delle Viote è stato aperto al pubblico uno scempio ambientale adibito a parcheggio. Vista la crisi economica attuale, all’amministrazione pubblica pare non gli sia sfuggita l’occasione ...

Leggi Articolo »

Un progetto per liberare San Donà dal traffico e dai suoi pericoli

Il villaggio satellite di san Donà, è nato nel 1959 grazie ad un progetto di edilizia popolare INA. Quest’opera ha avuto il pregio di creare condizioni ambientali per favorire la socializzazione degli abitanti: una grande piazza, i negozi affacciati sulla stessa e molto verde. Quando INA falli è subentrata ITEA che nei primi anni ottanta ha permesso di riscattare gli ...

Leggi Articolo »

Sinti e Rom, campi infruttuosi

Pur consapevole di essere facilmente frainteso e male interpretato non mi sottraggo dall’evidenziare che l’amministrazione comunale di Trento, negli ultimi 10 anni (dal 2001 al 2010), ha speso oltre 2 milioni di euro a favore della popolazione sinta e rom di Trento. Di questi, 1.692.712,52 euro sono stati spesi per la gestione del campo sosta di Ravina e attività di ...

Leggi Articolo »

Solidarietà internazionale? Priorità agli asili

Sul territorio Comunale di Trento sono presenti diversi asili nido e servizi di tagesmutter privati in cui i promotori e gestori hanno investito denaro, molto tempo ma soprattutto tanta passione che intercetta un bisogno reale di molti genitori. Infatti la maggior parte degli utenti di questi nidi sono famiglie che hanno un indice economico ICEF (calcolato in base al reddito), ...

Leggi Articolo »

Assistenza domiciliare a misura di famiglia impiegando le stesse risorse

Introduzione La politica che promuove l’assistenza a domicilio promette agli anziani e a quanti vivono in stato di sofferenza fisica e/o psichica un futuro in famiglia. Poter sentire sempre il “profumo di casa” è il sogno di chiunque, tanto più se ammalato o vecchio. Nel comune di Trento da alcuni decenni l’assistenza domiciliare è una realtà, ma accedervi non è ...

Leggi Articolo »

Promuovere famiglia e produttività con il telelavoro

In Trentino gli enti che hanno un numero elevato di dipendenti con attività amministrative (ad esempio, azienda sanitaria e Provincia) hanno intrapreso o stanno intraprendendo delle politiche lungimiranti di uso flessibile del personale con il telelavoro. In tempo di “vacche magre” il bisogno aguzza l’ingegno e poiché il contesto economico obbliga la pubblica amministrazione a ridurre i costi con il ...

Leggi Articolo »

Spese assurde e inutili per introdurre i gradi ucraini

“I gradi ucraini non piacciono alla truppa della polizia locale e anche se sono già stati preparati e pagati dall’Amministrazione pubblica, non sembra vicinissimo il giorno in cui verranno applicati sulle divise”. Questo riportava la stampa del 14 luglio 2010. Interpellato in merito, il 19 gennaio 2011, il Sindaco ha dichiarato di aver disposto una temporanea sospensione dell’entrata in uso ...

Leggi Articolo »

Servizi aggiuntivi al cimitero monumentale

La superficie cimiteriale, calcolata in circa 47 mila mq, è affidata all’opera dei necrofori che, con apprezzabile dedizione, curano la sacralità e il decoro di questo luogo. Quanti hanno modo di frequentarlo, toccano con mano la delicatezza con cui queste persone si rapportano con il dolore, la nostalgia e la speranza di chi ha lo sguardo rivolto ad un affetto ...

Leggi Articolo »