Lettere ai Quotidiani

San Donà e l’incubo traffico, residenti presi in giro

Egregio signor direttore, l’Adige ogni giorno dedica alcune pagine alle lettere, attraverso le quali i cittadini, esprimendosi sui vari temi di attualità e non, permettono al lettore di conoscere lo stato d’animo e il pensiero della gente comune. Per chi vuole leggere e imparare, sono pagine preziose. Nei giorni scorsi, sollecitato dagli abitanti del quartiere, ho sollevato la questione della ...

Leggi Articolo »

Il quartiere di San Donà ostaggio del traffico

Egregio direttore, il quartiere di S. Donà di Trento in tutte le ore del giorno, da decenni, vive una situazione di viabilità estremamente critica in quanto la strada che l’attraversa è trafficata di continuo da un elevato numero di veicoli di ogni tipo (automobili, autobus urbani – extraurbani, ecc) che uscendo dalla tangenziale si orientano verso Povo, Trento e, in ...

Leggi Articolo »

Ticket, per pochi furbi punizione per tutti

E’ di questi giorni la notizia secondo cui la Provincia vuole introdurre il ticket per le persone che si recano al pronto soccorso. È disumano che, per volere politico, chi è colpito nel bene supremo che è la salute, in futuro, se ricorrerà al pronto soccorso dovrà pagare un «balzello» per accedere alle cure cliniche necessarie. Tale provvedimento, secondo l’assessore ...

Leggi Articolo »

Comunità, nuove spese. Non vado a votare

Il 24 ottobre si svolgeranno le elezioni per le comunità di valle e confesso che non andrò a votare e ho l’impressione di non essere l’unico, anzi, saranno in molti a non farlo e non per pigrizia e, tanto meno, in disprezzo del sangue versato da quanti per la nostra libertà hanno lottato pagando anche con la propria vita. Semmai ...

Leggi Articolo »

A quando un parcheggio per il «San Camillo»?

Egregio direttore, l’ospedale S. Camillo da sempre è una realtà al servizio di Trento e non solo. Ad esso ogni anno affluiscono decine di migliaia di persone in stato di bisogno clinico e/o assistenziale. Si pensi che nel solo 2009 l’ospedale ha avuto 85 mila accessi ambulatoriali, 9% parti e 6 mila ricoveri. Dobbiamo poi tener conto che ogni ricovero ...

Leggi Articolo »

La politica non deve entrare negli ospedali

Egregio direttore, in questi giorni l’assessore provinciale Rossi ha risposto alle critiche del consigliere comunale Patton che, nei giorni scorsi, nell’esprimere il suo disappunto ha denunciato l’ingerenza politica nella scelta del nuovo primario di ginecologia per l’ospedale di S. Chiara. Fatto che avrebbe portato all’esclusione dell’unico professionista, dott. Maurizio Rosati, che da molti anni sta lavorando sul nostro territorio con ...

Leggi Articolo »

Piazza Dante crolla il ponteggio

Egregio Direttore, in piazza Dante, a Trento, è caduto il ponteggio indispensabile per la costruzione dell’ opera che nessuno riesce a definire d’arte. È grottesco vedere questa impalcature rovinata sui sacchi di sabbia. Al turista che arriva con il treno, oggi, piazza Dante sembra un campo di battaglia e, vagli a dire, che quello che vede è un piccolo incidente ...

Leggi Articolo »

Basta grandi opere, più servizi alla persona

In questi giorni più famiglie denunciano un grande disagio come quello espresso da un’anziana ottantenne che assiste in casa il marito ammalato di qualche anno più vecchio. La signora lamenta la carenza di sevizi mirati a sollevare il carico di fatiche e stress dovuti all’assistenza del coniuge che gli consentirebbe un periodo di riposo e non solo. Infatti per poter ...

Leggi Articolo »

Ospedale San Camillo ora serve più serenità

Ora che la Provincia ha ri­conosciuto l’accreditamento definitivo all’ospedale San Camillo di Trenta, valido per tre anni, non posso tacere che per molti mesi si è parla­to di questo ospedale come di una realtà allo sbando, or­mai prossima alla chiusura perché in “rotta di collisio­ne” con l’amministrazione provinciale che, come ben sappiamo, è il “cliente” di servizi sanitari e, quindi, ...

Leggi Articolo »

Anziché alle bande si pensi alle famiglie

Signor Direttore, mentre il suo giornale documenta che nel Trentino sono aumentati i poveri e nuove forme di povertà si stanno affermando nel nostro territorio, siamo spettatori impotenti e rassegnati di un agire politico vergognoso che, in tempo di crisi, vede l’amministrazione provinciale, capitanata dal «principe» Dellai, usare milioni di euro per finanziare hobby, attività ludiche e ricreative, progetti internazionali (come ...

Leggi Articolo »