Centro anziani Vannetti a Rovereto, la “Onlus” dell’ex Dirigente APSP riceve compensi e punta a gestire la struttura?

Con propria deliberazione n.136 di data 17/07/2012 la Giunta comunale di Rovereto approvava il “Protocollo d’intesa con l’Azienda Pubblica per i servizi alla persona “Clementino Vannetti” e la Cooperativa sociale “La Casa” per la realizzazione del programma “Centro Aiuto Anziani”.

Il progetto, rientrante nel piano di sviluppo del capitale e della coesione sociale della città di Rovereto, nasceva con l’obiettivo di fornire supporto a persone sole sopra i 65 anni senza particolari difficoltà di vita quotidiana, favorendo legami di buon vicinato e di solidarietà reciproca tra le persone e le famiglie.

Il predetto “Protocollo d’intesa” veniva successivamente aggiornato con nuova deliberazione della Giunta comunale i Rovereto n.136 del 30/09/2014 e, in luogo della Cooperativa sociale “La Casa” subentrava in tutti i rapporti giuridici con il Comune di Rovereto e l’APSP “Clementino Vannetti” quale nuovo partner la Cooperativa Sociale “Vales s.c.s.”. Al nuovo “Protocollo d’intesa” veniva allegato, quale parte integrante della deliberazione vincolante per tutti e tre i partner in ogni sua parte, il programma operativo della durata di tre anni: dal 1°gennaio 2014 (quindi con data retroattiva) fino al 31 dicembre 2016.

Nel “Protocollo d’intesa” e nel programma operativo allegato a tutt’oggi vigenti non figurava e non figura ad alcun titolo l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” presieduta da un ex dirigente attualmente in pensione dell’APSP “Clementino Vannetti” di Rovereto, ma ciò nonostante detta Associazione compariva e a tutt’oggi compare sul sito internet del Comune di Rovereto quale riferimento per il “Corso di Formazione per i cittadini attivi e volontari del Centro Aiuto Anziani” con relativo calendario d’incontri già attuato.

Sul sito del Comune di Rovereto compariva inoltre e a tutt’oggi compare un volantino per l’iscrizione ai predetti Corsi di Formazione, realizzati con il contributo finanziario della “Fondazione Casa di Risparmio di Trento e Rovereto”, nel quale l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” figura fra i promotori, al pari dei partner individuati nel “Protocollo d’Intesa”.

Premesso quanto sopra, si interroga la Giunta provinciale per sapere:

  1. chi, fra i partner del sopra richiamato “Protocollo d’Intesa”: Comune di Rovereto, APSP “Clementino Vannetti” e Cooperativa Sociale “Vales s.c.s.” abbia incaricato l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” della realizzazione dei “Corsi di Formazione per cittadini attivi e volontari del Centro Aiuto Anziani”;
  2. quali credenziali di specializzazione possa vantare l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” per l’effettuazione di detti Corsi formativi;
  3. chi abbia individuato gli argomenti precisati nel calendario di svolgimento dei Corsi medesimi e chi siano i Relatori e con quali individuali e specifiche attribuzioni specialistiche;
  4. se l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” abbia percepito e a tutt’oggi percepisca compensi con riferimento alla realizzazione dei Corsi e da quale dei tre partner del “Protocollo d’intesa”; se inoltre abbiano percepito compensi i Relatori ed in tal caso se i compensi possano essere considerati legittimi posto che l’Associazione “Insieme per gli Anziani” in quanto Onlus è per definizione non lucrativa di utilità sociale ed è disciplinata dall’Art.10 del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997, n. 460;
  5. se corrisponda al vero che l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” , presieduta da un ex dirigente dell’APSP “Clementino Vannetti”, operi all’interno della RSA “Vannetti”, eventualmente per quali attività e se, per queste attività l’Associazione e i volontari ad essa aderenti percepiscano compensi; inoltre, in caso affermativo a quale titolo visto che sul sito internet dell’APSP “Clementino Vannetti” risultano operative le Associazioni di Volontariato “Pensione Viva”, Auser e Avulss, non altre;
  6. se corrispondano al vero le indiscrezioni che da tempo circolano in ambito roveretano secondo le quali l’Associazione “Insieme per gli Anziani Onlus” perseguirebbe l’obiettivo di gestire il Centro Diurno “Vannetti” di Rovereto.

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta presentata il 6 giugno 2016. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione 3180/XV

 

 

Risposta ricevuta il 10 agosto 2016: risposta interrogazione 3180 – Vannetti, compensi a Onlus

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.