Cia replica a Oss Emer: da oltre un anno parlo delle “finte civiche” che vogliono arrivare al governo

È già la seconda volta che il sindaco di Pergine Oss Emer mi degna della sua attenzione. Questa volta lo fa a seguito di un mio intervento in merito alle manovre politiche, in vista delle elezioni provinciali del 2018, e mi attacca direttamente in modo quasi vulcanico, evidenziando una netta irascibilità quando si portano alla luce certi giochettiÈ da oltre un anno che parlo di “finte civiche”, della voluta ambiguità di taluni progetti politici, del “civismo” utilizzato come paravento per raggiungere posizioni di governo, anziché preoccuparsi di promuovere un progetto politico che si occupi veramente della gente trentina.

Se Oss Emer è uscito allo scoperto solo di recente, confermando tra l’altro i dubbi su chi è e dove voglia andare, non so cosa farci. Si rassegni e se ne faccia una ragione, io continuerò a cercare di informare i cittadini su quanto accade nel dietro le quinte del teatrino politico locale. Non so fino a quando mi sarà concesso farlo, ma per il momento ho ancora la fortuna di poter intervenire liberamente sui temi di attualità, senza che qualcuno mi debba autorizzare.

Alle mie considerazioni su un progetto politico, i cui contorni sono a dir poco ambigui, il sindaco ha scelto di attaccarmi a muso duro. “Ma chi gli ha chiesto qualcosa?”, domanda il primo cittadino. Non contento Oss Emer non trova di meglio che riciclare la sua vetusta battuta su un mio presunto “timore di non essere rieletto”, frecciatina che non lesina ad utilizzare quando si rivolge alla mia persona. Aveva già risposto così quando sollevai delle perplessità sulla gestione dei rifiuti urbani in Valsugana che, anche grazie al suo consenso, vede oggi il cittadini vessati di un nuovo balzello per lo smaltimento della plastica. Ancora una volta ha preferito sparare le sue invettive anziché entrare nel merito del tema sollevato.

Se avessi veramente timore di non essere rieletto farei così: cercherei di rimanere nell’ambiguità per più tempo possibile, non mi esporrei con chiarezza, aspettando a sei mesi dalle elezioni di schierarmi dalla parte più conveniente, per raggiungere con più destrezza la sponda destra o sinistra a seconda dell’onda più vincente. Ed è questa la strada che molti sedicenti “civici” stanno percorrendo.

Cons. Claudio Cia

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 2 febbraio 2017:

Esito dell'iniziativa

 

Comunicato inviato in replica alle dichiarazioni del sindaco di Pergine Oss Emer riportate dal quotidiano “l’Adige” l’1 febbraio 2017. Qui l’articolo:

 

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.