Condominio in via Asiago: trascuratezza e incuria causano grave disagio agli abitanti

Il Condominio  Asiago  sito in via Asiago 17 a fianco della Stazione ferroviaria di Villazzano, frazione del comune di Trento, attraverso la persona del suo Amministratore Andrea Bertotti, è a lamentare  la situazione non più sostenibile di trascuratezza e incuria di un terreno confinante la sua proprietà.

Appartenente a Rete Ferroviaria Italiana, il terreno (p.f. 381/8) si estende dai binari della Ferrovia della Valsugana sino alla proprietà del Condominio Asiago composto di sette case a schiera. Da lungo tempo abbandonato, si è trasformato ormai in una sorta di selva fitta e inestricabile, infestata di piante e ramaglie che invadono in maniera crescente le attigue aree di proprietà privata di via Asiago.  Cosi come, sempre in zona, succede con altre pertinenze ferroviarie in stato di degrado, la cui vegetazione fuoriesce scomposta verso via Banala ed il sottopassaggio adiacente.

A rendere ancor più precario ed insopportabile il contesto vi è poi la segnalazione del proliferare su tali suoli di insetti e animaletti fastidiosi, di ratti e persino di serpenti, il che va a porre a repentaglio la sicurezza delle persone ed in particolare dei bimbi della zona.

Nel corso degli ultimi tre anni i residenti di via Asiago e del Condominio Asiago hanno sollecitato ripetutamente, attraverso lettere, mail, fax e telefonate,   l’Ente gestore della ferrovia della Valsugana, gli Uffici provinciali in materia ferroviaria, gli Assessori di lavori pubblici e trasporti, la Circoscrizione di Villazzano. A tutti è stato fatto presente il disagio che siffatta situazione comporta senza ottenere non solo intervento alcuno, ma neppure un semplice cenno di  riscontro!

Premesso quanto sopra il sottoscritto consigliere comunale interroga il signor Sindaco per conoscere:

  • se ci può dire le ragioni per le quali sino ad oggi il problema denunciato sia rimasto irrisolto;
  • se non ritenga doveroso intervenire con premura presso l’Ente gestore ferroviario affinché provveda a ripristinare condizioni civili sulle pertinenze ferroviarie confinanti con edifici di private abitazioni in quel di Villazzano;
  • se in caso di ulteriori dinieghi o ritardi da parte della Proprietà non ritenga di dover agire in proprio per ristabilire i corretti standard di vivibilità della zona in questione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.