Dialisi ad Arco, solo due letti motorizzati su dieci: disagi per pazienti e operatori.

Da un recente invito ad occuparmi della situazione degli utenti bisognosi di ciclo di dialisi presso la struttura ospedaliera di Arco, sono venuto a conoscenza che sembrano essere presenti dieci letti utilizzati dai pazienti stessi. Di questi solo due sarebbero motorizzati e quindi dotati di pulsantiera gestibile autonomamente dall’utenza durate il ciclo di emodialisi che dura mediamente circa quattro ore.

Si riferisce che il personale incaricato per l’assistenza utilizzi parte del proprio tempo lavorativo ad assecondare manualmente le esigenze posturali dei pazienti coricati sui rimanenti otto posti letto. Gli stessi pazienti, costretti per ore all’immobilità, lamenterebbero il loro disagio nel ripetuto bisogno di contattare gli operatori per ottenere in itinere un miglior conforto di posizione. Essi si farebbero pure scrupolo e riguardo nel richiedere ripetuto aiuto nell’alleviare la loro scomodità che a volte sconfina con dolori derivanti da postura.

Premesso quanto sopra, si interroga la Giunta provinciale per sapere:

  1. se corrisponde al vero che solo due letti, su dieci, siano motorizzati e dotati di pulsantiera;
  2. se è a conoscenza dei disagi lamentati da pazienti e personale assistenziale;
  3. se può fornire il bacino d’utenza dei pazienti che ricorrono alla dialisi nel nosocomio di Arco, il numero dei pazienti stessi distinti per assiduità ed occasionalità (pazienti di passaggio con soggiorno temporaneo in zona);
  4. se può indicare il costo medio per ogni ciclo di dialisi;
  5. se può indicare il numero della forza lavoro impiegata nell’unita di emodialisi, distinta per professionalità;
  6. se non si ritenga necessario motorizzare tutti i dieci letti al fine di permettere ad ogni paziente l’autonoma gestione della propria postura e nel contempo permettere un miglio utilizzo del personale addetto.

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia, Cons. Nerio Giovanazzi

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 15 ottobre 2017:

L’articolo sul quotidiano “Trentino” del 27 dicembree 2017:

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione sottoscritta con il collega consigliere Nerio Giovanazzi e presentata il 12 ottobre 2017. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 5184/XV

 

Risposta ricevuta il 6 dicembre 2017: risposta interrogazione 5184 – letti motorizzati Arco

 

 

 

 

L’articolo su “Agenzia giornalistica Opinione”: Ospedale Arco (TN), Cia: disagi e scomodità per i pazienti nel ciclo di dialisi?

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.