Donazione midollo osseo: le tipizzazioni vengano fatte gratuitamente ed in automatico con le analisi per la donazione del sangue.

Il vasto mondo dell’associazionismo rappresenta una realtà molto importante per la Provincia autonoma di Trento e per la nostra cultura storica. In questo frangente si colloca anche l’ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo), presente in tutta Italia e costituita nel 1990 con lo scopo di informare sulla possibilità di combattere, attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo, la leucemia, il mieloma ed altre malattie del sangue. Una battaglia tanto nobile quanto fondamentale, considerando le grandi difficoltà nella ricerca di donatori di midollo osseo compatibili con i pazienti che ne necessitano (stando ad alcuni dati recenti, solo una persona su centomila risulta compatibile con chi è in attesa di un trapianto di midollo osseo).

Per quanto concerne il Trentino, risultano iscritti nel Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo quasi 7.000 donatori, ma ne esistono molti potenziali che ancora oggi non risultano iscritti nonostante le numerose e lodevoli iniziative dei referenti locali in campo scolastico e socio-culturale.

Questo perché nonostante i grandi sforzi sussistono ancora delle problematiche per quanto concerne le tipizzazioni, ovvero l’estrazione dei dati genetici da un campione di sangue per verificare la compatibilità del midollo osseo: attualmente l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari non coprirebbe le spese riguardanti le tipizzazioni, se non in minima parte e ci si chiede quale sia il senso di questo mancato investimento del quale ne gioverebbe sicuramente la società intera. Nel 2014 è stato rinnovato l’Accordo fra ADMO e APSS che ha rappresentato un altro passo in avanti, ma il traguardo per dirsi raggiunto prevede qualche sforzo in più: in questo senso le spese per la tipizzazione meriterebbero di essere coperte totalmente dalla Provincia. Inoltre, al fine di velocizzare il procedimento di ricerca, si potrebbe pensare di inserire la tipizzazione direttamente nelle analisi per la donazione del sangue, naturalmente con il consenso del donatore. Vista la grande collaborazione fra ADMO e AVIS (l’Associazione Volontari Italiani del Sangue), altra associazione estremamente importante e attiva sul nostro territorio, non dovrebbe esserci alcun problema nel confrontarsi con tali realtà.

Tutto ciò premesso, il Consiglio della Provincia Autonoma di Trento impegna la Giunta a:

ad attivarsi presso l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, l’Associazione Donatori Midollo Osseo e l’Associazione Volontari Italiani del Sangue per fare in modo che le tipizzazioni vengano effettuate automaticamente con le analisi per la donazione del sangue e che siano completamente a carico della Provincia autonoma di Trento.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Proposta di mozione presentata il 20 novembre 2017, in attesa di trattazione. Segui l’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 628/XV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.