Le elezioni americane, e lo scollamento dalla realtà delle ​élite della politica

Donald Trump è il 45° presidente degli Stati Uniti d’America.

É lo stesso copione della Brexit: dopo i sondaggi farlocchi, le congetture e le iniezioni di catastrofismo, sprecati negli ultimi mesi, tutto questo viene spazzato via all’alba del 9 novembre, costringendo tutti ad una inversione a “U”. Ciò che emerge è lo scollamento, ormai cronico, tra quanto viene percepito nell’olimpo della politica e poi riflesso dai media accondiscendenti, e quanto effettivamente si vive tra la popolazione.

Aveva tutti contro: sondaggi contro, partito contro, cantanti, star internazionali e media stucchevolmente schierati, un “guerrafondaio”, un “pazzo scatenato”, dato per perdente certo. Ha vinto con 290 grandi elettori contro i 218 della Clinton. Lo avevano definito conservatore… ma alla fine la sensazione è quella di un cambiamento dallo status-quo.

Le sue prime parole sono state per l’unità nazionale, per la pace e per la famiglia.

Non tutti sembrano aver recepito il segnale. L’Europa ha già espresso la sua solita posizione altezzosa per bocca di Martin Schulz, che ha affermato che “il sistema degli Stati Uniti è forte abbastanza per reggere un presidente Donald Trump e integrarlo”. Fortunatamente la storia prende direzioni che non sempre sono quelle auspicate dalle élite della politica internazionale e dai poteri forti, che nei loro piani non contemplano o distorcono la volontà popolare. Alimentano illusioni e confusione, perché sanno che nel torbido possono portare avanti meglio i loro interessi.

Dopo il fallimento di Hillary Clinton, il prossimo in lista d’attesa è Matteo Renzi, che il popolo italiano potrà fermare nella sua deriva centralista con il referendum del 4 dicembre, poi arriverà, inesorabile, il turno di Ugo Rossi.

Noi di Agire vogliamo farci trovare pronti, restando sintonizzati con la realtà e il vissuto quotidiano della gente trentina.

Claudio Cia – AGIRE

 

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 10 novembre 2016:

trump-minoranze-galvanizzate

L’articolo sul quotidiano “Trentino” del 10 novembre 2016:

Esito dell'iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 9 novembre 2016.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.