Gestione e responsabilità degli interventi antincendio

Il servizio antincendi della Provincia autonoma di Trento è composto dal Corpo permanente dei Vigili del Fuoco di Trento e dai Corpi dei Vigili del Fuoco volontari, ai quali sono attribuite le competenze di direzione del soccorso pubblico, dell’estinzione e della prevenzione degli incendi, in conformità alle leggi regionali 20 agosto 1954, n. 24, 2 settembre 1978, n. 17, legge provinciale 22 agosto 1988, n. 26, e legge n. 9 del 1 luglio 2011, insieme ai relativi regolamenti di esecuzione.

In particolare, l’articolo 43, comma 1 della legge n. 9 del 1 luglio 2011 (“Misure per la gestione del rischio di incendi boschivi e di esplosioni”) stabilisce che i corpi volontari sono responsabili delle decisioni e dell’attuazione dello spegnimento degli incendi. Allo stesso tempo, l’articolo 58, comma 1 della stessa legge assegna al corpo permanente provinciale, ai corpi volontari dei comuni, alle unioni e alla federazione dei corpi volontari il compito di provvedere ai servizi di soccorso pubblico urgente, compreso lo spegnimento degli incendi.

L’articolo 57 della legge n. 9 del 1 luglio 2011 dettaglia le competenze del Dipartimento di protezione civile nell’organizzazione, coordinamento, emanazione di direttive operative e procedurali, nonché della Giunta provinciale per stabilire figure e gradi dei vigili del fuoco volontari, che sono incaricati della direzione degli interventi di soccorso pubblico urgente.

Nel maggio 2023, presso il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, è stato formato del personale del Corpo forestale provinciale come operatori DOS (direttore delle operazioni di spegnimento), responsabili di dirigere le operazioni di spegnimento degli incendi boschivi utilizzando forze di terra e mezzi aerei.

Tutto ciò premesso si interroga la Giunta provinciale per sapere:

  1. se è corretta l’interpretazione secondo la quale, in base all’articolo 43 della legge provinciale n. 9 del 2011, la responsabilità della direzione operativa per lo spegnimento degli incendi boschivi spetta al personale VVF volontario;
  2. se è corretta l’interpretazione secondo la quale il Corpo permanente dei Vigili del Fuoco di Trento, i Corpi dei Vigili del Fuoco volontari e le Unioni distrettuali sono responsabili in via esclusiva dei servizi di soccorso pubblico urgente, compreso lo spegnimento degli incendi, come previsto dall’articolo 58, comma 1 della legge n. 9 del 2011;
  3. se è corretto affermare che il Dipartimento di protezione civile è responsabile dell’organizzazione, del coordinamento e dell’emanazione di direttive operative e procedurali, mentre la Giunta provinciale determina le figure e i gradi dei vigili del fuoco volontari, a cui sono attribuiti compiti di direzione degli interventi di soccorso pubblico urgenti, conformemente all’articolo 57 della legge n. 9 del 2011;
  4. quanti graduati VVF volontari e quanti componenti del Corpo forestale provinciale sono stati formati come operatore DOS;
  5. se risulta attivato o programmato un corso DOS per i graduati dei vigili del fuoco volontari;
  6. se è stata effettuata una ricognizione ufficiale tra il personale graduato dei VVF volontari per la frequenza del corso DOS;
  7. se risulta che alcuni graduati VVF volontari abbiano espresso la volontà di partecipare a un corso DOS, dando disponibilità a spostarsi anche al di fuori della regione per il periodo necessario all’acquisizione della relativa qualifica;
  8. se non ritenga urgente attivarsi per permettere al personale dei vigili del fuoco volontari di partecipare alla formazione DOS presso strutture formative provinciali o extraprovinciali;
  9. se esiste una formazione alternativa, riconosciuta a livello di Dipartimento VVF nazionale, per la direzione dello spegnimento degli incendi boschivi destinata al personale VVF volontario del Trentino, che comprenda la gestione dei mezzi aerei dell’amministrazione provinciale e statale;
  10. come è attualmente strutturata la direzione/comando negli interventi di spegnimento degli incendi boschivi in territorio trentino e extra Trentino tra le varie forze in campo;
  11. se sono mai emerse fino ad oggi incongruenze o problematiche tra il personale volontario dei Vigili del Fuoco Volontari del Trentino e gli operatori DOS di qualsiasi ente o Corpo, riguardanti la gestione degli interventi di spegnimento di incendi boschivi e relative responsabilità operative.

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta presentata in data 12 febbraio 2024: interrogazione n. 143/XVII

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.