Interramento dell’elettrodotto nel tratto Pergine-Civezzano: la proposta in Consiglio provinciale.

Ho depositato una proposta di mozione sul tema dello spostamento dell’elettrodotto di alta tensione nel tratto Pergine-Civezzano. La richiesta di spostamento nasce dall’imprescindibile esigenza di dismettere la linea aerea che attualmente attraversa zone densamente abitate del Comune di Pergine, nonché di ammodernare un’opera a fine vita tecnica. Il progetto, risalente a 10 anni fa, prevede una via aerea sostenuta da tralicci metallici alti 50 metri, con un pesante impatto ambientale e paesaggistico i cui effetti sono destinati a durare molti decenni a danno delle attuali giovani generazioni.

Non si tratta di mettere in discussione la dismissione dell’attuale linea, bensì di adottare un’alternativa che ne preveda l’interramento anziché lo spostamento aereo in altra zona, soluzione che oggi appare percorribile e che risolverebbe il problema per tutti. L’evoluzione della tecnologia dei cavi interrati, la sempre maggiore presa di coscienza dell’incalcolabile valore del pregio ambientale (si pensi alla neo istituzione del nuovo ministero per la transizione ecologica) e la presa di coscienza che eventi meteorici estremi quali la tempesta Vaia possono creare gravi problemi alle linee aeree, fanno sì che sia indispensabile adottare nuove soluzioni tecniche per esigenze sopravvenute. Grazie alle specifiche conoscenze di tecnici competenti, è stato possibile studiare e valutare soluzioni di interramento facilmente realizzabili sfruttando inoltre la sinergia con i nuovi percorsi di piste ciclabili previsti fra Pergine e Civezzano, permettendo di ridurre ulteriormente i costi dell’interramento.

La stessa Terna (società gestore della rete di trasmissione italiana in alta tensione) sta proprio di recente interrando le linee di Alta tensione in tutta Italia, ma anche molto vicino a noi e in contesti montani. Ne sono esempi l’interramento della linea di Alta Tensione “Auronzo di Cadore-Cortina” e l’interramento in Alto Adige delle linee “Passo Resia” e “Glorenza-Premadio”. In questi stessi contesti Terna esalta i pregi delle linee interrate e in particolare dei nuovi cavi “invisibili”, aprendo di fatto una nuova era nella realizzazione di elettrodotti.

Non si comprendono quindi le ragioni per cui Terna, in contesti del tutto analoghi a quello del Trentino, grazie a processi di ascolto dei territori abbia condiviso l’opportunità di adottare la soluzione dell’interramento. L’auspicio è che anche in Trentino si replichi quanto avvenuti nei territori sopracitati esercitando la specificità della nostra Autonomia.

Cons. Claudio Cia

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 23 febbraio 2021:

Esito dell'iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 19 febbraio 2021.

 

 

 

 

L’articolo su “Agenzia giornalistica Opinione”: Claudio Cia (FdI) deposita una proposta di mozione sull’alta tensione nel tratto Pergine-Civezzano.

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.