“L’Assillo continua”… sopralluoghi a Sardagna in vista della prossima occupazione?

Di tutti i miracoli descritti nei Vangeli, nemmeno uno si riferisce alla guarigione di uno stupido, perché neppure Dio può qualcosa contro la stupidità umana a cui, a differenza dell’intelligenza, non ha posto limiti e certa gente pare abbia fatto la fila per tre volte quando il buon Dio la distribuiva (la stupidità, sia ben chiaro). Ad averne usufruito sono in tanti anche in Trentino! Li riconosciamo al primo sguardo: disprezzano la proprietà privata (quella degli altri), occupano impunemente edifici disabitati, fomentano lo scontro sociale, abborrono e minacciano chiunque esprima un pensiero diverso dal loro, calpestano e si pongono al di sopra delle norme che consentono il vivere civile ed altro ancora. Si presentano sotto diverse sembianze, con nomi diversi, in forma associata o individuale. Spesso sono conosciuti dalle istituzioni che li tollerano, se non addirittura li giustificano, conferendo loro legittimazione.

L’assenza di certezza del Diritto tiene in ostaggio la città di Trento, dove l’autorità del sindaco appare impalpabile e chiunque si può improvvisare delinquente sapendo di avere buone probabilità di farla franca, in un simil-far west la cui recrudescenza mette ogni giorno in pericolo l’onesto cittadino. Non meravigliamoci dunque se sul nostro territorio sono in aumento gli atti criminosi e devianti.

Anche la periferia meno accessibile è ora ambita da tali persone, tant’è che pure l’ex Hotel Panorama di Sardagna ha avuto l’onore di essere “visitato” da galantuomini. È di ieri una segnalazione circostanziata pervenutami da alcuni cittadini insospettiti da strani movimenti nei pressi e all’interno dell’edificio. Raggiunti sul posto in serata, hanno asserito di aver visto nel pomeriggio 3-4 ragazzi entrare da una finestra e uscire dalla porta accessoriata di maniglione antipanico dell’entrata principale dell’ ex Hotel come nulla fosse, quasi stessero attuando un sopralluogo. La causa di questa prassi va fatta risalire all’assenza di un’iniziativa politica credibile per la riqualificazione dell’Hotel e della “Terrazza Panoramica”. Le fotografie da me stesso scattate in presenza di un gruppo di cittadini provano che una finestra del piano terra è stata forzata ed è rimasta aperta. Per ragioni di sicurezza, abbiamo preferito non addentrarci nelle varie stanze, non potendo escludere che all’interno qualcuno abbia già trovato una sistemazione. Non vorremmo che l’obiettivo ultimo degli ignoti avvistati fosse proprio quello di occupare come è stato a suo tempo fatto con l’ex asilo di via Manzoni o il condominio di San Pio X, allettati stavolta da riscaldamento ed elettricità gentilmente offerti da mamma Provincia.

Premesso quanto sopra, si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

  1. se è a conoscenza degli ultimi sviluppi di vandalismo che hanno interessato l’ex Hotel Panorama di Sardagna;
  2. se, a seguito dell’accaduto, la struttura interna dell’edificio ha subito furti e danneggiamenti, indicando in tal caso, a quanto è stimato il danno subito;
  3. se non ritenga urgente riqualificare questa “location” affinché venga quanto prima presidiata da una attività umana a beneficio della comunità e quindi sottratta dalla logica distruttrice di prepotenti buontemponi;
  4. come intenda procedere per assicurare la legalità, tutelare l’inviolabilità della proprietà ed evitare che si ripeta un nuovo caso di occupazione modellato in stile “l’Assillo continua”.

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta depositata il 7 gennaio 2016. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 2479/XV

 

Risposta ricevuta il 29 marzo 2016: risposta interrogazione 2479 – vandalismo hotel panorama

 

 

 

Alcune foto:

 

Sardagna - Hotel Panorama (2)Sardagna - Hotel Panorama (1)

 

 

 

Gli articoli sulla stampa locale: Ex Hotel Panorama nel mirino degli anarchici

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.