Lavoratori del Progettone, oltre al danno la beffa dei buoni pasto non utilizzabili?

Oltre al danno, la beffa? È quello che potrebbe pensare uno dei 1.697 lavoratori del Progettone.

Donne e uomini che hanno subito, con l’introduzione del nuovo contratto e del nuovo corso denominato dalla stessa Provincia “Progettone 2.0”, una riduzione dell’imponibile previdenziale rispetto al passato. Una variazione che diminuisce il cumulo pensionistico ma anche l’eventuale trattamento di fine rapporto.

La Provincia ha però sostituito mensilità e indennità di presenza con un premio di risultato e con buoni pasto o spesa. Ed è qui che sorge il problema perché, dalle segnalazioni ricevute, anche dai sindacati, pare che i buoni non vengano accettati in molti punti vendita che, sulla carta, dovrebbero essere convenzionati. Al tavolo della contrattazione infatti, come hanno sottolineato gli stessi sindacati Flai, Fai e Uila, le cooperative avevano garantito che già dal 1°luglio il buono sarebbe stato spendibile in poco meno di 200 punti vendita in tutta la provincia, ma ad oggi non è ancora così. Sembra infatti che diversi supermercati non siano stati ancora informati e dunque non consentano ai lavoratori di utilizzare il badge aziendale per fare la spesa.

Si interroga quindi il Presidente della Giunta provinciale per sapere se corrisponde al vero che i buoni pasto/spesa in dotazione ai lavoratori del Progettone non vengono accettati in diversi punti vendita del Trentino, per quali ragioni e come si intenda compensare i disagi subiti.

Cons. Claudio Cia

Manifestazione del 13 luglio 2016, fuori dal Consiglio provinciale:

 

L’articolo sul quotidiano “Trentino” del 7 luglio 2016:

Progettone, buoni pasto non accettati

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta immediata in aula.L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 3277/XV

 

Risposta ricevuta nel corso della seduta di martedì 12 luglio 2016: risposta interrogazione 3277 – buoni pasto Progettone

 

 

La precedente interrogazione sul tema: Nuovo contratto per il Progettone… nuovi sacrifici?

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.