Per gli spot del trilinguismo spesi 37.934 euro

Qual è il senso dietro alle pubblicità istituzionali che la Provincia paga per promuovereil trilinguismo nei cinema trentini? Lo chiedeva con una interrogazione il consigliere provinciale Claudio Cia: “visto che si parla di un progetto scolastico già avviato e non di un particolare prodotto, come ad esempio potrebbe essere un corso di lingua straniera, per il quale si capirebbe lo scopo di uno spazio pubblicitario, viene da chiedersi quale sia il senso della pubblicità in questione”.

Cia ironizzava anche sullo spot, a suo dire poco educativo, del bambino che “a rischio di scivolare rompendosi l’osso del collo” si arrampica su tre vocabolari impilati per raggiungere un mappamondo chiuso in un armadio.

Ora arriva la risposta del Presidente Ugo Rossi che difende lo spot come “campagna volta ad accrescere la consapevolezza generale sull’importanza dello studio e della conoscenza delle lingue straniere“. Ma Cia chiedeva anche conto dei costi, così emerge che la sola campagna pubblicitaria per il trilinguismo è costata quasi 38.000 euro.

12.480 a Lucio Gardin, 10.960 per Trentino TV, TNN e Smart TV, 9.032 per RTTR, 3.482 per Telepace, 1.980 per gli spot nelle sale cinematografiche.

Ora Cia intende presentare una nuova interrogazione per capire quante altre “linee pubblicitarie” la Provincia promuova, visti gli altri spot che i cittadini trentini devono guardarsi prima di ogni cinema, come quello della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità che promuove la “doppia preferenza di genere” e “liste elettorali formate dal 50% di donne e per il 50% di uomini in ordine alternato”.

la risposta del Presidente Ugo Rossi e la tabella con le spese sostenute: Pubblicità per il trilinguismo nei cinema trentini… qual è il senso?

 

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 12 marzo 2016:

Per gli spot del trilinguismo spesi 37900 euro

Esito dell'iniziativa

 

Fonte:

 

“l’Adige” – 12 marzo 2016

 

 

 

L’articolo su “Secolo Trentino”: Spot per il trilinguismo nei cinema trentini, quanto ci è costato?

 

 

 

 

Vai all’interrogazione: Pubblicità per il trilinguismo nei cinema trentini… qual è il senso?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.