Pericolosità del tratto di strada provinciale SP83 a Miola di Pinè.

Invitato da alcuni amici ad una cena presso il ristorante “Al Mas” (sito a Miola di Pinè) ho avuto l’occasione di imbattermi in un tratto di strada molto stretta e in condizioni precarie (presenza di numerose buche oltre ad una non trascurabile cedevolezza ai lati dovuta al passaggio di veicoli che, solo attraverso questo tratto di strada possono giungere al ristorante ed al garni soprastante).

Queste mie perplessità sono state confermate da numerosi clienti del ristorante che, riconosciutomi come consigliere provinciale, mi hanno chiesto di intervenire affinché, in futuro, si evitino spiacevoli incidenti. Mi è stato fatto presente che l’intervento richiesto da clienti e turisti è già stato sollecitato più volte al Comune, ma che esso non è mai stato effettuato nonostante la disponibilità del titolare del ristorante (che possiede anche l’appezzamento che costeggia la strada) a cedere, anche gratuitamente, una striscia di terreno purché esso venga realizzato. Un altro problema sollevato riguarda la competenza su detto tratto di strada che, sebbene faccia parte della SP83, sembra dato in gestione al Comune.

Oltre a ciò mi è stato riferito che, viste le condizioni del tratto di strada sopracitato, il servizio di nettezza urbana è garantito solo in parte, in quanto gli autisti dei camion per il ritiro della carta e della plastica si rifiutano categoricamente di percorrere la strada, vista la pericolosità data dall’evidente spostamento e cedimento del muro di contenimento con smottamento di massi di sostegno che hanno a loro volta creato aperture nella pavimentazione. Le stesse motivazioni sono addotte dagli autisti dello sgombero neve, causando non pochi problemi a chi vorrebbe lavorare, spesso costretto a rivolgersi a privati pur di mantenere la strada percorribile. Inoltre sono rimasto sconcertato dal fatto che dal 1979, anno in cui ha aperto il ristorante, la strada sopracitata non avrebbe subito interventi di manutenzione e sistemazione.

Premesso quanto sopra, si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

  1. se la Provincia è a conoscenza delle condizioni del tratto della strada provinciale 83 che porta al ristorante “Al Mas”;
  2. se la Provincia è a conoscenza del fatto che i mezzi di grandi dimensioni (mezzi utilizzati per la nettezza urbana oppure quelli utilizzati per lo sgombero della neve), vista la pericolosità della strada sopracitata, si rifiutano di percorrerla;
  3. se la Provincia è a conoscenza del fatto che il proprietario del ristorante “Al Mas”, che possiede anche l’appezzamento che costeggia la strada, sarebbe disponibile a cedere (anche gratuitamente) una striscia di terreno, purché si effettui un intervento di allargamento e sistemazione della suddetta;
  4. se la Provincia non ritenga, visto il passaggio di turisti, persone del luogo e di clienti del ristorante, che essa o il Comune debbano intervenire allargando e sistemando la strada prima che qualcuno si faccia del male;

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta presentata il 4 ottobre 2017. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 5441/XV

 

 

Risposta ricevuta l’8 gennaio 2018: risposta interrogazione 5141 – strada Miola Pinè

 

 

“La strada che si dirama dalla SP 83 dir. Faida, che conduce al ristorante “Al Mas”, non rientra tra le strade classificate provinciali, pertanto la sua valenza funzionale, presenta caratteristiche comunali e interpoderali.”

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.