rilascio cartella clinica

Ospedali trentini, il rilascio della cartella clinica del paziente sia gratuito.

La Corte di Giustizia Europea (EU:2023:811, C-307/22 del 26/10/2023) ha stabilito che i pazienti hanno il diritto di ottenere gratuitamente la prima copia della loro cartella clinica.

In sintesi, i pazienti hanno il diritto di ricevere una copia completa e comprensibile dei dati personali trattati, inclusi quelli contenuti nelle cartelle cliniche: questo diritto include informazioni dettagliate come diagnosi, risultati di esami e pareri medici. Il titolare del trattamento (medico/ente ospedaliero) non può richiedere alcun pagamento per la prima copia della cartella clinica e gli Stati membri devono inoltre assicurare e facilitare l’accesso dei pazienti ai loro dati personali.

Nonostante ciò, risulta che negli ospedali trentini venga tuttora richiesto un pagamento di 20 Euro a cartella clinica.

Tutto ciò premesso si interroga la Giunta provinciale per sapere

quali azioni intende intraprendere per conformarsi alla sentenza della Corte di Giustizia Europea e se è previsto un meccanismo di rimborso per i pazienti che, dopo la sentenza della Corte, hanno continuato a sostenere il costo per ottenere la propria cartella clinica.

Claudio Cia

 

La risposta completa in aula dell’Assessore alla Salute, Mario Tonina, nella seduta del 7 maggio 2024:

La legge 8 marzo 2017 n. 24 (cd. legge Gelli-Bianco) recante “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, in merito agli adempimenti in materia di trasparenza dei dati, dispone che la documentazione sanitaria disponibile relativa al paziente sia fornita in conformità alla disciplina sull’accesso ai documenti amministrativi e a quanto previsto dal codice in materia di protezione dei dati personali (art. 4, co. 2 della I. n. 24 del 2017). La richiamata disciplina sull’accesso alla documentazione amministrativa, circa le modalità di esercizio del diritto di accesso e ricorsi, prevede che “l’esame dei documenti è gratuito. Il rilascio di copia è subordinato soltanto al rimborso del costo di riproduzione, salve le disposizioni vigenti in materia di bollo, nonché i diritti di ricerca e visura” (art. 25, co. 1, I. n. 241 del 1990).

La possibilità di chiedere un rimborso per il costo di produzione è ripresa altresì dalla disciplina provinciale del diritto di accesso ai documenti, ove è previsto che “l’esame dei documenti è gratuito. Il rilascio di copie è subordinato soltanto al rimborso dei costi di riproduzione stabiliti con deliberazione della Giunta provinciale, salve le disposizioni in materia di imposta di bollo” (art. 32, co. 3 della 1.p. n. 23 del 1992). In attuazione di tale quadro normativo l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari ha adottato la deliberazione n. 643 del 24 dicembre 2013 che disciplina la procedura per il rilascio della documentazione sanitaria e prevede il rimborso dei costi di riproduzione della cartella clinica.

Come appena descritto, il contesto giuridico sia nazionale che provinciale prevede il rimborso dei costi di riproduzione, di conseguenza il recepimento nel contesto provinciale della sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione europea del 26 ottobre 2023, relativa alla causa C-307/22, richiede un approfondimento giuridico volto a individuare le modalità giuridicamente corrette per procedere. Proprio per tale ragione l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari ha inviato un parere all’Avvocatura Distrettuale dello Stato volto a valutare la possibilità di dare diretta applicazione alla sentenza, quindi disattendendo la normativa sopra delineata, o se vi sia la necessità di un intervento del legislatore statale o provinciale.

 

 

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta immediata in aula: interrogazione n. 290/XVII

 

 

 

 

Gli articoli sulla stampa locale: Claudio Cia interroga sulla mancata gratuità della cartella clinica negli ospedali trentini

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.