Riva del Garda e Arco: la prospettiva sulla riapertura degli sportelli CUP

Il consigliere provinciale Claudio Cia ha presentato un’interrogazione a risposta immediata alla Giunta provinciale, chiedendo chiarimenti sulla riapertura degli sportelli CUP nei comuni di Riva del Garda e Arco. Durante il periodo post-pandemico, sei sportelli CUP sono stati riaperti in vari comuni tra cui Borgo Valsugana, Pergine Valsugana, Cavalese, Predazzo, Tione e Mezzolombardo. Nel marzo 2023, anche Rovereto e Ala hanno visto la riattivazione dei servizi di prenotazione presso gli sportelli multifunzione delle sedi dell’APSS (Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari). Tuttavia, nonostante queste riaperture, gli sportelli di Riva del Garda e Arco non sono stati riattivati. Considerando l’importanza di tali servizi, soprattutto per le persone anziane e coloro che preferiscono la prenotazione di personaCia ha sollecitato la Giunta a fornire una risposta chiara sulle intenzioni future riguardo alla riapertura degli sportelli in questi due comuni.

In risposta all’interrogazione, l’Assessore alla Salute Mario Tonina ha illustrato il contesto e le ragioni dietro le decisioni prese. Durante la pandemia, il personale degli sportelli CUP è stato riorganizzato per affrontare altre attività cruciali, tra cui il supporto alla prenotazione telefonica, vitale durante le fasi più critiche dell’emergenza sanitaria. Una volta conclusa la fase pandemica, la Giunta ha valutato l’opportunità di riaprire alcuni sportelli, considerando anche la necessità di non sottrarre risorse preziose alla gestione delle prenotazioni telefoniche, essenziali per smaltire le liste d’attesa accumulate. Tonina ha sottolineato che, al momento della valutazione, non sono emerse criticità di servizio o richieste specifiche tali da giustificare la riapertura immediata degli sportelli di Riva del Garda e Arco. È stato inoltre ricordato che i canali di prenotazione telefonici e online rimangono attivi e disponibili per tutti i cittadini. Attualmente, sono in corso le procedure di gara per l’assegnazione del servizio CUP. La conclusione di questo processo e la conseguente individuazione dell’operatore responsabile permetteranno una nuova valutazione sull’organizzazione territoriale degli sportelli. Solo a quel punto sarà possibile prendere decisioni informate sulla riapertura o meno degli sportelli CUP nei comuni di Riva del Garda e Arco.

La situazione degli sportelli CUP a Riva del Garda e Arco rimane quindi in sospeso, in attesa della conclusione delle gare di appalto e della definizione delle nuove organizzazioni territoriali. Nel frattempo, la popolazione potrà continuare a usufruire dei servizi di prenotazione attraverso i canali telefonici e online, in attesa di ulteriori sviluppi. La riapertura di questi sportelli, ha rimarcato il consigliere provinciale Claudio Cia, resta una questione importante, soprattutto per le fasce più vulnerabili della popolazione, che trovano più agevole effettuare le prenotazioni di visite e prestazioni specialistiche di persona piuttosto che attraverso i canali telematici o telefonici, e sarà sicuramente monitorata con attenzione, anche dai cittadini stessi.

 

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 5 giugno 2024:

Gli sportelli Cup restano chiusi in Busa

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta immediata in aula presentata il 28 maggio 2024: interrogazione n. 321/XVII

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.