Screening del tumore colon retto, l’Azienda sanitaria modifica l’orario a Rovereto

L’azienda provinciale per i servizi sanitari modificherà l’orario per la consegna dei campioni per lo screening di tumore del colon-retto presso l’Ospedale di Rovereto, anticipandolo alle 7:30 per venire incontro alle esigenze di chi lavora.

La comunicazione arriva in risposta all’interrogazione del Consigliere provinciale Claudio Cia, che aveva portato in Consiglio provinciale le difficoltà degli aderenti al programma di prevenzione e diagnosi precoce, dovute agli orari di apertura dei centri per la consegna e raccolta dei flaconcini per i test.

Il consigliere di Agire evidenziava come i punti di raccolta sul territorio provinciale presentassero orari differenziati e in alcuni casi evidentemente incompatibili con la disponibilità di chi deve rispettare orari di lavoro e non può, o per motivi di privacy non vuole, incaricare altra persona della consegna.

«In alcune zone del Trentino e per lo più nelle valli i punti di raccolta sono disponibili dalle ore 7.30 o addirittura dalle 7:00 così consentendo a tutti possibile accesso, ma in altre gli orari sono decisamente sfavorevoli alla maggioranza dei fruitori del programma ostacolandone in tal modo l’adesione», scriveva Claudio Cia, che in particolare evidenziava come caso emblematico la diversità di orario fra Trento e Rovereto, dove è concentrato il maggior numero di persone previste dal programma di screening: a Trento i tre punti di raccolta dei flaconcini dispongono l’orario di apertura a partire dalle ore 7.30, a Rovereto invece i due punti di raccolta indicati proponevano un orario di apertura a partire dalle ore 8.30 (e fino alle 9:15) e all’Ospedale Santa Maria del Carmine a partire dalle ore 9.00 (fino alle 12:00).

Claudio Cia chiedeva quindi alla Giunta provinciale dei correttivi per adeguare gli orari di consegna dei flaconcini per il test alle esigenze dell’utenza.

La risposta positiva arriva dall’assessore alla sanità Luca Zeni, che informa come «si è stabilito di modificare – come segnalato dal consigliere interrogante – a partire dal mese di novembre p.v., l’orario nella consegna del campione presso il Centro Prelievi dell’ospedale di Rovereto, che potrà avvenire dalle ore 7,30 fino alle 9,30, recandosi direttamente, senza il passaggio dell’accettazione amministrativa, al box che precede gli ambulatori dei prelievi».

Rimangono attivi gli altri punti di consegna, come la Segreteria del Laboratorio di Patologia Clinica dello stesso Ospedale dalle 8,30 alle 15,30, e la Sede del Distretto Vallagarina in via San Giovanni Bosco a Rovereto, dove non vi è la possibilità di allargare la finestra temporale oggi garantita, trattandosi di un servizio svolto dal personale infermieristico che svolge numerose altre attività a sostegno dei pazienti ambulatoriali.

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 27 ottobre 2016:

screening-tumore-colon-retto-modificati-gli-orari

Esito dell'iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 26 ottobre 2016.

 

 

 

Vai all’interrogazione: Rovereto: un percorso ad ostacoli per la diagnosi precoce del tumore?

 

 

 

In allegato a fondo pagina l’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 27 ottobre 2016.

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.