Sindaci del “ni” e pseudo civici pronti a sostenere nel 2018 Ugo Rossi o Daldoss

Leggo ormai da mesi che ci sono politici (Sindaci e Consiglieri provinciali) con la valigia già in mano pronti a traslocare nella “terra di mezzo” per costituire un partito polpettone, ammantato di civismo, amalgamato con ogni sorta di “vanzaroti” raccolti qua e la, buono per tutte le stagioni dove non si distinguono i sapori  ma è funzionale per saziare gli appetiti.

Dicono di non essere né di centro destra né di centro sinistra, ma c’è da giurarci che prima o poi questi li ritroveremo tutti a sinistra. Ciò che traspare è la smania di raggiungere posizioni di governo anziché preoccuparsi di promuovere un progetto politico che si occupi veramente della gente.

Ritengo naturale che un politico all’interno di uno stesso schieramento possa cambiare gruppo,  ma mi è incomprensibile che lo stesso possa fluttuare spostandosi da una alleanza di centro destra ad una di centro sinistra, e viceversa, con tanta disinvoltura. Un atteggiamento simile lo giustificherei se ci trovassimo di fronte ad un giovane che da poco ha iniziato un percorso politico per cui è comprensibile che l’identità non sia ancora ben definita, ma qui ci troviamo di fronte a persone adulte con un vissuto politico importante.

Drammatico è scoprire che questa operazione ha come obiettivo un’alleanza funzionale a sostenere nel 2018 Ugo Rossi come Presidente o, in alternativa, il suo vassallo Carlo Daldoss. Ci vuole sfrontatezza nell’assecondare un simile disegno tanto più se si pensa che fino ad oggi contro Rossi gli stessi hanno fatto una strenua opposizione a tutti i livelli. Ma si sa che la politica è l’ arte dell’impossibile, ed è il luogo dove regna la coerenza dell’incoerenza.

Sempre più si conferma che il termine “Civica” si sta rivelando un’etichetta, un paravento dietro cui portare avanti la vecchia politica delle poltrone con le ruote per meglio spostarsi, tenendo così lontana la gente dal voto.

Io non prendo in giro nessuno, sono di AGIRE, movimento territoriale di centro destra, e dico NO a finte civiche per governare con Rossi o Daldoss.

cons. Claudio Cia

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 7 novembre 2016:

viola-un-forte-polo-moderato-serve

Esito dell'iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 6 novembre 2016, come commento all’articolo “Daldoss pronto a lanciare la sua lista” su “l’Adige” del 6 novembre 2016:

 

 

daldoss-pronto-a-lanciare-la-sua-lista

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.