Claudio Cia e Alessia Ambrosi

Sospensione Ambrosi: scorrettezza specchio della gestione locale di FdI

La scorrettezza di certi comportamenti rappresenta il segnale più evidente della mancanza di consenso e rispetto reciproco.

Il prossimo congresso di Fratelli d’Italia del Trentino, sebbene convocato in fretta e furia, rimaneva un’opportunità cruciale per il confronto e il rinnovamento. Tuttavia, si è trasformato in modo sorprendente nella rappresentazione plastica di come il partito viene gestito a livello locale dal suo commissario.

Alessia Ambrosi, la principale candidata per la leadership del partito in Trentino, sostenuta da un ampio consenso, è stata sospesa per 15 giorni, escludendo così la sua partecipazione al congresso e la possibilità di essere eletta presidente. Un colpo di scena per alcuni, un finale scontato per altri. Il risultato è il frutto del deferimento ai probiviri del partito da parte del commissario stesso. Questa mossa disciplinare sembra essere il tentativo disperato di eliminare una figura politica forte all’interno del partito, contribuendo ad alimentare ulteriormente le divisioni interne. Questo episodio mette in luce, se ce ne fosse ancora bisogno, come tutti i fili sembra siano tirati da Roma, a discapito dell’Autonomia e delle persone sul territorio.

Cons. Claudio Cia

 

L’articolo su “l’Adige” dell’11 febbraio 2024:

Congresso, Ambrosi non getta la spugna

L’articolo su “il T quotidiano” dell’11 febbraio 2024:

Ambrosi esclusa, ipotesi Tar o rinvio

Esito dell'iniziativa

 

Nota pubblica sulla mia pagina Facebook a commento degli articoli sui quotidiani locali del 10 febbraio 2024:

 

 

L’articolo su “il T quotidiano” del 10 febbraio 2024:

 

Terremoto FdI, Ambrosi sospesa

 

 

L’articolo su “l’Adige del 10 febbraio 2024”:

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.