“Sportello famiglia” affidato dal 2006 alla stessa associazione: 1 milione e mezzo di euro per attività che potrebbe svolgere la Provincia.

Il Forum delle Associazioni familiari del Trentino è un’Associazione di secondo livello che, fin dal 2006 senza soluzione di continuità e con ripetuti affidamenti diretti, gestisce l’attività di “Sportello famiglia” per conto della Provincia Autonoma di Trento. Solo l’ultimo affidamento, in scadenza il prossimo 31 dicembre 2018, è stato preceduto da un sondaggio per mettere in concorrenza più soggetti. Il risultato ha portato comunque alla conferma dell’affidamento all’Associazione Forum delle Associazioni familiari del Trentino per un importo contrattuale di euro 647.820,00 per il triennio 2015-2018. Complessivamente, nell’arco temporale dal 2006 al 2018, la Provincia ha versato all’Associazione un importo che supera la somma di euro 1.500.000,00.

Per lo svolgimento delle funzioni il compenso annuo riconosciuto è progressivamente aumentato. L’importo annuo di euro 42.000,00, comprensivo di IVA, corrisposto per gli anni di attività 2006, 2007, 2008 è passato a euro 76.200,00 nel 2009 per diventare pari ad euro 150.000,00 per ciascuno degli anni 2012, 2013, 2014 e 2015. Infine per il triennio 2016-2018 il compenso previsto nella convenzione attualmente vigente, approvata con determinazione del Dirigente dell’Agenzia per la Famiglia, la natalità e le politiche giovanili n. 323 del 16 novembre 2015, è lievitato ad euro 215.940,00 per ciascun anno di durata della convezione per un ammontare complessivo di euro 647.820,00.

Dall’esame delle convezioni allegate alle determinazioni dirigenziali di affidamento del servizio che si sono susseguite nel corso degli anni, emerge una sostanziale identità di funzioni a fronte di un crescente aumento del compenso riconosciuto. Inoltre l’operatività svolta dal Forum, risultante sia dalla convenzione in essere che dalle precedenti, è una attività amministrativa propria della pubblica amministrazione che può essere svolta dal personale dipendente della Provincia.

Nelle attività affidate al Forum non si riscontrano mansioni particolari da dover essere ricercate all’esterno della Provincia. Inoltre le attività affidate sono svolte d’intesa e secondo gli indirizzi stabiliti dalla struttura provinciale competente in materia di politiche familiari, che mette a disposizione dell’Associazione, a titolo gratuito, gli uffici e le attrezzature necessari per lo svolgimento delle prestazioni e provvede al pagamento degli oneri riferiti alle utenze (luce, riscaldamento e servizi), alla cura dei locali e delle attrezzature. Anche i materiali di consumo sono interamente pagati dalla Provincia.

Premesso quanto sopra, si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

  1. Quali sono le ragioni che giustificano il ricorso a ripetuti affidamenti diretti del servizio sempre alla medesima Associazione, peraltro l’unica sul territorio di secondo livello, senza il coinvolgimento delle molte e qualificate altre associazioni anche di primo livello?
  2. Se corrisponde al vero che il Forum delle Associazioni familiari del Trentino, per precisa previsione convenzionale, opera presso gli uffici provinciali, con l’uso gratuito di strumentazioni e materiale della Provincia e alle dirette dipendenze del Dirigente provinciale di riferimento? Quale capacità professionale, particolare e non riscontrabile fra il personale provinciale, possiede il Forum nello svolgimento dell’affidamento del servizio in mancanza di una propria libertà decisionale considerato che la prestazione è diretta dalla dirigenza provinciale?
  3. Per quali ragioni, nel corso degli anni (dal 2006 al 2018) la Provincia non si è prodigata perché l’attività di “Sportello famiglia”, ancora oggi svolta da dipendenti del Forum, possa essere assunta da dipendenti provinciali considerato che, come emerge dalla convenzione vigente e dalle convenzioni passate, le funzioni affidate sono tutte riconducibili a compiti amministrativi che potrebbero essere agevolmente svolti da dipendenti provinciali?
  4. Quanti dipendenti del Forum operano attualmente presso gli uffici della Provincia e qual è il relativo costo annuale sostenuto dall’Associazione esposto a bilancio? Quali professionalità possono dimostrare?
  5. Come intende procedere la Provincia nella gestione della funzione dello “Sportello famiglia” alla scadenza della convezione in essere prevista per il prossimo 31 dicembre 2018?

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta presentata il 2 agosto 2018, in attesa di risposta. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 6196/XV

 

 

 

L’esposto alla Corte dei Conti:

 

Esposto – Forum delle Associazioni familiari del Trentino

 

 

 

 

L’articolo su “La Voce del Trentino”: Sportello Famiglia, la Provincia “beatifica” il Forum: interrogazione ed esposto di Claudio Cia

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.