Tag Archivi: fine vita

Caso del piccolo Alfie Evans: le istituzioni non siano indifferenti.

Dopo la tristissima vicenda di Charlie Gard, in merito al quale avevo chiesto alla Presidenza del Consiglio Provinciale di Trento di assumere una posizione (che non è mai stata presa), questa volta chiedo alle istituzioni trentine di seguire l’esempio della Regione Liguria e di dare appoggio e sostegno alla famiglia del piccolo Alfie Evans, il bambino di 23 mesi affetto ...

Leggi Articolo »

Il piccolo Charlie e il silenzio delle nostre Istituzioni, nuovo appello al Presidente del Consiglio provinciale

Egregio Presidente Bruno Dorigatti, in data 10 luglio avevo inviato alla Sua attenzione una lettera per chiedere un intervento sul caso del piccolo Charlie Gard, un piccolo segnale per dire che le Istituzioni trentine non sono indifferenti di fronte all’oscuro pensiero che una vita non sia degna di essere vissuta, e perciò debba essere interrotta prima del tempo e del ...

Leggi Articolo »

Le Istituzioni trentine si esprimano sul caso del piccolo Charlie Gard!

Egregio Presidente Bruno Dorigatti, scrivo per rivolgere un appello alla presidenza del Consiglio provinciale, in merito alla dolorosa vicenda riguardante Charlie Gard, un bambino colpito a soli 10 mesi da una malattia molto rara (deplezione del Dna mitocondriale) il quale attualmente è in cura presso l’Ospedale Great Ormond Street di Londra. Come sicuramente saranno giunte alla Sua attenzione le varie ...

Leggi Articolo »

Cia risponde a Ramponi: per la privacy dei pazienti in “fine vita” non basta una tendina

Rispondo al dott. Claudio Ramponi del dipartimento Emergenza secondo il quale le parole contenute nella mia interrogazione “sono offensive e una mancanza di rispetto nei confronti del personale del reparto che lavora con grande professionalità e dedizione”. Devo credere che il commento derivi dalla mancata lettura dei contenuti del mio atto politico, che non solleva dubbi e non pone interrogativi sulla professionalità ...

Leggi Articolo »

Sanità: siano garantiti spazi più dignitosi per i pazienti che vivono il dramma del fine vita

Ci sono situazioni in cui alla sofferenza e allo sconforto per la perdita di un congiunto si accompagna la rabbia e l’indignazione verso una struttura sanitaria così disumanamente disorganizzata  da oltrepassare il limite della vergogna. E’ quanto accaduto qualche giorno fa al Santa Chiara, l’ospedale principe di una sanità trentina che si vanta di essere esempio nazionale di efficienza: una ...

Leggi Articolo »