Teleriscaldamento a Cavalese, concorrenza sleale con la produzione di pellet?

A Cavalese esiste un impianto di teleriscaldamento a biomassa legnosa e parte a metano che serve tutto l’abitato di Cavalese. La zona ricade, secondo il PRG in vigore, tra le “aree per attrezzature e servizi” secondo l’art. 2.4. Al punto n. 1 viene specificato cosa è ammesso nella zona ed in particolare: “E’ ammessa solamente la presenza degli edifici civili e speciali alle cui funzioni corrispondano a quelle riportate nella tavola 3 e nell’apposito elenco in Relazione. Non è consentita la presenza di fabbricati accessori”. La su richiamata relazione prevede la zona denominata “X30 CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO”.

Dal verbale della seduta del Consiglio comunale di data 29 settembre 2015, si legge la dichiarazione del Consigliere delegato, nella premessa alla deliberazione n. 27, ovvero che “La delibera prevede la concessione in deroga per lo stoccaggio e questa non può essere distolta”. Il signor Sindaco recita inoltre in risposta a un consigliere che: Se poi Bioenergia venderà o userà totalmente per la produzione propria questo materiale compattato, questa è una scelta che in questo momento non mi tange, perché in questo momento come pubblico amministratore sono chiamato solamente a rispondere se è giusto concedere o meno questo tipo di deroga per la copertura. I problemi me li porrò successivamente, nel caso in cui ci sarà una concorrenza sleale. In questo momento non devo giudicare sulla possibilità di dare una deroga o meno a un’attività produttiva. Credo che la deroga vada concessa. Il resto sarà una conseguenza e di questo avrà responsabilità chi all’interno di Bioenergia gestisce la cosa”.

In più punti venne sollevato il dubbio sul fatto che un’azienda con caldaie a cippato si mettesse a produrre pellet per autoconsumo, ma sia il Sindaco che il Consigliere delegato, scongiurarono il tutto.

Ad oggi è noto a a tutti, come anche pubblicizzato sul sito stesso dell’azienda, che Bioenergia Fiemme produca anche pellet, con marchio “Fiemme Pellet”, per immetterli sul mercato (e che le caldaie di Bioenergia siano rimaste a cippato).

Premesso quanto sopra, si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

  1. se conferma quanto riportato in premessa;
  2. se la zona che secondo il PRG in vigore è individuata come “aree per attrezzature e servizi” ha subito un cambio di destinazione d’uso e in tal caso con quale atto pubblico.
  3. Come si giustifica che un terreno venduto dal Comune o dallo stesso dato in concessione venga poi trasformato da zona servizi a zona produttiva senza che la pubblica amministrazione di Cavalese intervenga?
  4. Se per l’area in oggetto, essendo zona produttiva, sono stati versati gli oneri di urbanizzazione al Comune.
  5. Se, qualora ciò non fosse avvenuto, non ritenga che l’uso improprio del terreno, avendo un terreno per attrezzature e servizi un valore inferiore di uno produttivo, abbia determinato un danno erariale per le casse del Comune.
  6. Se non ritenga che la produzione di pellet, in quella zona con altra destinazione d’uso e quindi pagata meno, costituisca una concorrenza sleale nei confronti delle aziende che invece hanno dovuto comperare terreni produttivi e pagare oneri di urbanizzazione per poter esercitare la propria attività commerciale.
  7. Se la Provincia ha destinato risorse per la realizzazione dell’impianto di teleriscaldamento a biomassa legnosa e in tal caso indicarne il corrispettivo.

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia

L’articolo sul quotidiano “Trentino” dell’8 novembre 2017:

Esito dell'iniziativa

 

Interrogazione a risposta scritta presentata in data 13 ottobre 2017. L’iter sul sito del Consiglio provinciale: interrogazione n. 5188/XV

 

Risposta ricevuta il 22 dicembre 2017:

 

risposta interrogazione 5188 – pellet Cavalese

 

risposta interrogazione 5188 – allegato

 

 

 

 

Allegati:

 

estratto PRG Cavalese

 

verbale consiglio comunale Cavalese – 29 settembre 2015

 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.